SET162022
 16 settembre 2022

BONUS TRASPORTI PUBBLICI 2022

BONUS TRASPORTI PUBBLICI 2022

Dal 1° settembre 2022 è possibile richiedere il bonus trasporti pubblici riconosciuto a studenti e lavoratori che hanno un reddito inferiore a 35mila euro, un aiuto economico di 60 euro mensili per mitigare gli effetti negativi dell’aumento dei prezzi sull’economia familiare.

La misura è stata introdotta nel Decreto Aiuti che ha previsto un fondo ad hoc di 79 milioni di euro, poi rimpinguato dal Decreto Aiuti Bis con ulteriori 101 milioni di euro per l’anno 2022.

COS’È IL BONUS TRASPORTI PUBBLICI 2022
Il trasporti pubblici è un contributo erogato a tutti coloro che sottoscrivono abbonamenti per i servizi di trasporto pubblico e di trasporto ferroviario nazionale che hanno dichiarato nel 2021 un reddito personale ai fini IRPEF al di sotto dei 35.000 euro. Il buono è pari o inferiore al 100% della spesa
da sostenere. Ciascun beneficiario può chiedere un solo bonus trasporti al mese nel limite dei 60 euro previsti, entro il 31 dicembre 2022 o fino a esaurimento risorse. A prevedere questo nuovo bonus trasporti in risposta all’impennata dei prezzi del carburante a causa della crisi in Ucraina è la seconda versione del Decreto Aiuti 2022 che ha destinato alla misura 79 milioni di euro per 2022. Con il Decreto Aiuti Bis, poi, l’Esecutivo ha aggiunto al fondo 101 milioni di euro, per un totale di 180 milioni di euro. Il 22 agosto 2022, il Ministero del Lavoro, di concerto con il Ministero dell’Economia e con quello delle infrastrutture, ha pubblicato il Decreto interministeriale n. 5 del 29 luglio 2022, con cui ha definito le modalità generali di erogazione del buono. La piattaforma per richiedere il bonus è operativa dal 1° settembre 2022. Ma scopriamo insieme a chi spetta e come funziona il bonus trasporto 2022.

A CHI SPETTA IL BONUS TRASPORTO PUBBLICO 2022
Il bonus 60 euro per abbonamenti ai trasporti pubblici spetta a studenti, lavoratori, pensionati, insomma a tutti i cittadini che usufruiscono di tali servizi. L’agevolazione è riconosciuta esclusivamente in favore delle persone fisiche che rispettano i seguenti requisiti: • nell’anno 2021, hanno dichiarato un reddito personale ai fini IRPEF inferiore ai 35.000 euro; • hanno già attivi o sottoscriveranno abbonamenti per i servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale, ovvero per i servizi di trasporto ferroviario nazionale. Il voucher mensile spetta per un solo abbonamento annuale, mensile e per più mensilità.

ABBONAMENTI AMMESSI
Il bonus è nominativo ed è utilizzabile per l’acquisto di un solo abbonamento (annuale, mensile o relativo a più mensilità) relativo: • ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale (escluso trasporto scolastico comunale - ditta autoservizi Guerra); • ai servizi di trasporto ferroviario nazionale. Restano esclusi i servizi di prima classe, executive, business, club executive, salotto, premium, working area e business salottino.

QUANTO DURA IL BUONO TRASPORTI
Il periodo di validità del buono è limitato al mese solare di emissione, anche se si effettua l’acquisto di un abbonamento annuale o mensile che parte dal mese successivo. Ciascun beneficiario può chiedere un Bonus trasporti al mese, entro il 31 dicembre 2022 o fino a esaurimento risorse. Gli interessati possono quindi acquistare un abbonamento annuale con uno sconto di 60 euro o possono usare i soldi ogni mese, fino a dicembre, per comprare un abbonamento mensile. In altre parole, l’emissione del buono, anche in caso di mancato utilizzo nei termini, non dà ulteriore possibilità al beneficiario di presentare una nuova istanza nello stesso mese.

IMPORTO
A quanto ammonta il nuovo bonus trasporto pubblico? Il valore massimo del bonus copre il 100% delle spese per l’acquisto o il rinnovo di abbonamenti per i trasporti pubblici, ma non può superare il limite dei 60 euro al mese.

COME FUNZIONA E COME UTILIZZARE IL BONUS TRASPORTI
Il buono emesso tramite il portale riporta un codice identificativo univoco ed è spendibile presso un solo gestore dei servizi di trasporto pubblico e deve essere utilizzato entro il mese di emissione presentandolo alle biglietterie del gestore del servizio selezionato. Il gestore, a sua volta, accede a detto portale verificandone la validità. In caso positivo viene subito rilasciato l’abbonamento richiesto e il gestore provvede a registrare sul portale l’utilizzo del buono, indicando l’importo effettivamente fruito dal beneficiario stesso. Si ribadisce che il bonus trasporto reca il nominativo del beneficiario ed è utilizzabile per l’acquisto di un solo abbonamento. Per un ulteriore abbonamento, dunque, dovrà essere richiesto un altro voucher attendendo il mese successivo. Inoltre, non è cedibile, non costituisce reddito imponibile del beneficiario e non rileva ai fini del computo del valore dell’indicatore ISEE né a fini previdenziali o assistenziali.

SCADENZA DELLA DOMANDA DI BUONO
La richiesta del buono trasporti deve essere presentata dal 1° settembre 2022 e fino al 31 dicembre 2022. In teoria il Decreto Aiuti prevedeva come data di inizio la successiva pubblicazione del Decreto interministeriale, il 22 agosto, ma alla fine l’attesa è stata più lunga.

COME RICHEDERE IL BONUS
Per richiedere il bonus trasporto pubblico da 60 euro deve essere utilizzata la piattaforma informatica raggiungibile a questo indirizzo. L’interessato presenta istanza a titolo personale o per conto di un minore, effettuando l’accesso e la registrazione sul Portale tramite SPID o carta d’identità elettronica. All’atto della registrazione, il beneficiario fornisce le necessarie dichiarazioni sostitutive di autocertificazione con riguardo alle seguenti informazioni: • nome, cognome, codice fiscale del beneficiario; • nel caso in cui il beneficiario sia minore, il richiedente, assieme al proprio codice fiscale, deve anche attestare che il minore sia fiscalmente a suo carico; • reddito complessivo del beneficiario conseguito nell’anno di imposta 2021 non superiore a 35.000 euro. Nel caso in cui il beneficiario sia minore, tale requisito deve sussistere in relazione al minore beneficiario del buono, a prescindere dal reddito del richiedente. La domanda deve anche contenere l’importo del buono richiesto a fronte della spesa prevista, non superiore in ogni caso a 60 euro per ciascun beneficiario, anche se minore fiscalmente a carico, e l’indicazione del gestore del servizio di trasporto pubblico selezionato dal menù a tendina presente sul portale.

RIFERIMENTI NORMATIVI
Testo integrale del Decreto Aiuti 2022 (Pdf 632 Kb) – Decreto Legge 17 maggio 2022 n. 50 – pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 114 del 17 maggio 2022; Testo del Decreto Legge n.115 del 9 agosto 2022 – Decreto Aiuti bis (Pdf 337 Kb) pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.185 del 9-8-2022;
Decreto interministeriale n. 5 del 29 luglio 2022 (Pdf 442 Kb).

ALTRI APPROFONDIMENTI E AGGIORNAMENTI
Vi invitiamo a scoprire anche il bonus internet veloce per le famiglie e il bonus 200 euro per contrastare il caro prezzi.

- LINK al sito del Governo sulla campagna di comunicazione sul bonus trasporti
- LINK al sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Data creazione: 16-09-2022 | Data ultima modifica: 29-09-2022

1234 ... >>>
Eventi in programma Ottobre 2022
L M M G V S D
     0102
03040506070809
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31
Bottoni per il cambio del mese
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto