Assegnazione alloggi ERP

Descrizione del servizio

                                                                                                                                                                                                                                        “Non c’è nessun posto come la propria casa” dal libro Il Mago di Oz

L’Azienda territoriale per l’edilizia residenziale della provincia di Treviso (A.T.E.R.) è l’Ente Pubblico economico costituito con la legge regionale del Veneto n.10 del 09/03/1995. L’attività tipico/istituzionale dell’Azienda è volta alla manutenzione ed all’incremento del patrimonio di edilizia “sovvenzionata” concesso, ai ceti meno abbienti, in locazione permanente a canone sociale sulla base di graduatorie conseguenti a bandi pubblici comunali.

Gli alloggi presenti nel Comune di Breda di Piave sono di proprietà dell’Azienda Ater di Treviso e vengono assegnati, previa pubblicazione del Bando, mediante graduatorie formate sulla base delle domande presentate dai cittadini nei termini di scadenza degli appositi bandi.
Come si accede
Il Comune indice bandi di concorso per l’assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica e avvia la relativa istruttoria per le domande pervenute, effettua i controlli necessari riguardo i requisiti richiesti ed i documenti presentati. Dopo la chiusura del bando, un’apposita Commissione provvede all’attribuzione dei punteggi a ciascuna domanda e alla formazione, prima di una graduatoria provvisoria, quindi della graduatoria definitiva, approvate e pubblicate all’Albo Pretorio del Comune per almeno 30 giorni. La graduatoria così formata è utilizzata per l’assegnazione degli alloggi resi disponibili. La domanda va presentata, su apposito modulo, presso l’Ufficio Servizi Sociali, entro i termini di scadenza del bando.

Requisiti

    1. La partecipazione al bando di concorso per l’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica è consentita in tutto il territorio della Regione Veneto:

    a) cittadini italiani;
    b) cittadini di Stati appartenenti all’Unione Europea regolarmente soggiornanti in Italia, e loro familiari, ai sensi del decreto legislativo 6 febbraio 2007, n. 30;
    c) titolari di permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo ai sensi del decreto legislativo 8 gennaio 2007, n. 3;
    d) titolari dello status di rifugiato e dello status di protezione sussidiaria ai sensi del decreto legislativo 19 novembre 2007, n. 251;
    e) stranieri regolarmente soggiornanti in possesso di permesso di soggiorno almeno biennale e che esercitano una regolare attività di lavoro subordinato o di lavoro autonomo ai sensi dell'articolo 40, comma 6, del decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286;

    2. I soggetti di cui al comma 1 devono, inoltre, essere in possesso dei seguenti requisiti:

    a) residenza anagrafica nel Veneto da almeno cinque anni, anche non consecutivi e calcolati negli ultimi dieci anni, fermo restando che il richiedente deve essere, comunque, residente nel Veneto alla data di scadenza del bando di concorso;
    b) non essere stati condannati per il reato di “Invasione di terreni o edifici” di cui all'articolo 633 del codice penale, nei precedenti cinque anni;
    c) non essere titolari di diritti di proprietà, di usufrutto, di uso e di abitazione su immobili adeguati alle esigenze del nucleo familiare ubicati nel territorio nazionale o all’estero.
    d) non essere stati assegnatari in proprietà, immediata o futura, di un alloggio realizzato con contributi pubblici, o non aver avuto precedenti finanziamenti pubblici di edilizia agevolata, in qualunque forma concessi, salvo che l’alloggio sia inutilizzabile o distrutto non per colpa dell'assegnatario;
    e) situazione economica del nucleo familiare, rappresentata dall’ISEE-ERP ai sensi dell'articolo 27;
    f) non aver ceduto o sublocato, in tutto o in parte, fuori dei casi previsti dalla legge, l'alloggio di edilizia residenziale pubblica assegnato.

    3. I requisiti devono sussistere in capo al richiedente, nonché, limitatamente ai requisiti di cui al comma 2, lettere b), c), d), f), anche in capo agli altri componenti il nucleo familiare, sia alla data di scadenza del bando di concorso, che al momento della assegnazione dell'alloggio e stipulazione del contratto di locazione e devono permanere per l'intera durata dello stesso. Il requisito di cui al comma 2, lettera e), deve sussistere alla data della assegnazione dell'alloggio e stipulazione del contratto di locazione con riferimento al valore dell'ISEE-ERP per l'accesso, vigente in tale momento.

    Documenti da allegare

    • copia del documento di identità in corso di validità del richiedente;
    • autocertificazione storico residenza in Veneto;
    • titolo di soggiorno in Italia proprio e dei componenti del nucleo familiare (solo per cittadini extra UE);
    • attestazione ISEE valida per l’anno in corso (con allegato DSU);
    • informativa sulla Privacy ai sensi del GDPR 2016/679/UE (modulo fornito dal Comune);

    Ulteriori certificazioni

    • copia della certificazione di handicap di almeno un figlio minore riconosciuto disabile grave ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104 “Legge-quadro per l'assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate”;
    • condizioni di antigienicità/sovraffollamento/barriere architettoniche;
    • dichiarazione matrimonio e/o impegno a contrarre il matrimonio;
    • provvedimenti esecutivi rilascio alloggio sfratto/ conciliazione giudiziaria/ sgombero.

    Normativa di riferimento

    • LEGGE REGIONALE n. 39 del 3 novembre 2017 - “Norme in materia di edilizia residenziale pubblica”
    • REGOLAMENTO REGIONALE del 10 agosto 2018, n. 4 - “Regolamento Regionale in materia di edilizia residenziale pubblica”.

    Link utili

    Dove rivolgersi e come ottenere informazioni

    U.O. - Servizi Sociali e Politiche Partecipative e Giovanili
    Luogo: Ufficio dei Servizi Sociali - Via Trento e Trieste nr. 26
    Telefono: 0422600153 int. 5 da lunedì a venerdì dalle 12:00 alle 13:30
    Fax: 0422600187
    Orario ricevimento: su appuntamento
    Email: servizisociali@comunebreda.it
    PEC: protocollo.comune.bredadipiave.tv@pecveneto.it
    Responsabile del procedimento: P.O. - Servizi alla Persona Fedrigo D.ssa Sandra
    Responsabile dell'Istruttoria: Assistente Sociale Lorenzon D.ssa Giuliana

    Ater Treviso
    Tel: 0422 296411
    PEC: ater.tv@pecveneto.it
    Via Gabriele D’Annunzio, 6
    31100 Treviso

    Moduli e documenti scaricabili

    Il modulo per presentare la domanda sarà disponibile nel periodo di pubblicazione del bando.
    - Bando 2020
    - Graduatoria provvisoria 2020



    Area 3 - Servizi alla persona

    Politiche sociali

    E-mail: servizisociali@comunebreda.it
    Tel: +39 0422 600153 (dal lunedì al venerdì dalle 12 alle 13.30)
    Fax: +39 0422 600187

    Data ultima modifica:

    Data ultimo aggiornamento: 13-05-2021
    Approfondimenti
    torna all'inizio del contenuto
    torna all'inizio del contenuto