Pari opportunità

Garantire pari opportunità significa combattere ogni forma di discriminazione basata sul genere.

Cosa significa "Pari Opportunità e politiche di Genere"?

La locuzione "Pari Opportunità" ha riguardato da sempre il problema della parità politica e sociale tra uomo e donna: le politiche di parità di genere nascono nel tentativo di difendere la donna rispetto alla diffusa discriminazione maschile in ambito professionale, sociale e politico-culturale.

Il fondamento delle politiche di pari opportunità è riscontrabile nella Costituzione Italiana agli art. 3, 37 e 51.

Art. 3
Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

ART. 37.
La donna lavoratrice ha gli stessi diritti e, a parità di lavoro, le stesse retribuzioni che spettano al lavoratore. Le condizioni di lavoro devono consentire l’adempimento della sua essenziale funzione familiare e assicurare alla madre e al bambino una speciale adeguata protezione. [...]

ART. 51.
Tutti i cittadini dell’uno o dell’altro sesso possono accedere agli uffici pubblici e alle cariche elettive in condizioni di eguaglianza, secondo i requisiti stabiliti dalla legge. A tale fine la Repubblica promuove con appositi provvedimenti le pari opportunità tra donne e uomini.


Il testo costituzionale è stato anche modificato, proprio al fine di dare la possibilità di mettere in atto quelle politiche e quelle azioni positive rivolte specificamente a promuoverne l'attuazione delle Pari Opportunità o rimuovere gli ostacoli che si frappongono ad esse.

A tal fine sono state varate le c.d. "Politiche di genere" riferendosi a tutti quegli strumenti di legge e a quelle azioni positive atte a evitare o rimuovere qualsiasi forma di discriminazione formale o sostanziale, diretta o indiretta nei confronti delle donne.

Sulla normativa nazionale e comunitaria si consiglia di consultare il sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per le Pari Opportunità

http://www.pariopportunita.gov.it/normativa-nazionale
http://www.pariopportunita.gov.it/normativa-comunitaria

Cosa significa "Genere"?

Quando si parla di "genere" occorre tener presente che il significato di questa parola non è sinonimo di "sesso".

Per genere si intende le caratteristiche e il ruolo che agli uomini e alle donne vengono attribuiti in una determinata società all'interno della famiglia e della vita pubblica. Si tratta cioè di una costruzione sociale e culturale, che influenza la condivisione dei compiti all'interno della famiglia, gli equilibri di potere all'interno della coppia e le scelte/possibilità professionali delle persone.

Il sesso è invece determinato dalla specificità biologica e fisica che distingue i maschi dalle femmine, quindi il fatto di avere caratteri sessuali/fisici tipici dell'uomo e della donna.

Le politiche di genere si occupano di dar vita ad azioni culturali che, pur rispettanto e valorizzando le differenze di genere, mirano al riequilibrio fra ruoli di uomo e donna nella famiglia e nella società, in modo da dar attuazione al principio di pari opportunità (negli studi, nella carriera, nella vita politica).

Sulla confusione concettuale fra studi di genere e ideologia gender (o genderismo) è interessante l'articolo del 23 ottobre 2015 su "La ventisettesima ora" del Corriere della Sera a cura di Elena Tebano ed i commenti dei lettori che lo seguono.

http://27esimaora.corriere.it/articolo/gender

Sulla questione è illuminante anche il sito del Coordinamento Teologhe Italiane, dove si raccomandano i seguenti articoli.

http://www.teologhe.org/settembre-2015.pdf
http://it.radiovaticana.va/news/2015/08/06/studi_di_genere

DOCUMENTI:
- Carta Europea per la parità e l'uguaglianza degli uomini e delle donne nella vita locale e regionale
- Codice Regione Veneto delle Pari Opportunità

Data ultima modifica: 15-01-2020
Approfondimenti
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto