Unioni Civili tra le persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze di fatto

Descrizione del servizio

La Gazzetta ufficiale ha pubblicato la legge_76_2016, n. 76 sulla "Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze". (GU Serie Generale n.118 del 21 maggio 2016).

Dal 5 giugno 2016 è entrata in vigore la legge 76/2016, che prevede la possibilità di costituire una unione civile tra due persone maggiorenni dello stesso sesso con una dichiarazione di fronte all'ufficiale di stato civile del Comune, alla presenza di due testimoni.
Le persone interessate devono comunicare i propri dati per consentire all’ufficio l’acquisizione dei documenti necessari al procedimento, compilando ciascuna il modulo dichiarazione dati. Ai moduli deve essere allegata copia dei documenti di identità in corso di validità. I moduli possono essere trasmessi in una delle seguenti modalità alternative:

  • spedizione a mezzo lettera raccomandata all'indirizzo
    Comune di Breda di Piave - Ufficio Anagrafe
    Via Trento e Trieste nr. 26 – 31030 BREDA DI PIAVE (TV)
    allegando le copie fotostatiche dei documenti d'identità dei due interessati;
  • trasmissione in via telematica della dichiarazione sottoscritta e scansionata
    d'identità dei sottoscrittori, in una delle seguenti modalità alternative:
    - via fax al numero 0422600187;
    - via pec all'indirizzo protocollo.comune.bredadipiave.tv@pecveneto.it
  • trasmissione in via telematica della dichiarazione sottoscritta digitalmente
    da entrambi gli interessati via pec all'indirizzo protocollo.comune.bredadipiave.tv@pecveneto.it
  • consegna diretta
    anche da parte di un solo componente la convivenza, purché munito del proprio documento identificativo e di copia fotostatica di quello della persona assente, presso il municipio: Servizi Demografici – Via Trento e Trieste, nr. 26 – 31030 Breda di Piave negli orari di apertura dello sportello.

Convivenze di fatto

Dal 5 giugno 2016 c'è la possibilità di costituire una convivenza di fatto fra due persone maggiorenni, unite stabilmente da legami affettivi di coppia e di reciproca assistenza morale e materiale, se residenti nel Comune e coabitanti. Gli interessati devono inoltrare una dichiarazione per la costituzione della convivenza che deve essere sottoscritta da entrambi e può essere presentata in una delle seguenti modalità alternative indicate sopra.
Cessazione della convivenza di fatto
La cessazione della convivenza di fatto, con relativa presa d'atto da parte dell'Ufficiale d'Anagrafe, avviene:

  • se viene meno la situazione di coabitazione (trasferimento di residenza anche di un solo componente);
  • nel caso di matrimonio od unione civile tra gli interessati o tra uno di essi ed una terza persona;
  • qualora, da dichiarazione di uno od entrambi i conviventi, risultino estinti i legami affettivi di coppia e di reciproca assistenza morale e materiale. In quest'ipotesi, finchè prosegue la coabitazione, il nucleo familiare rimane comunque invariato sotto il profilo anagrafico.

La dichiarazione di cessazione della convivenza di fatto può essere sottoscritta anche da uno solo degli interessati (recesso unilaterale); in questo caso, sarà inviata dall'Ufficio debita comunicazione all'altra parte. La dichiarazione di cessazione potrà essere inoltrata con le medesime modalità alternative riportate sopra.
informazioni convivenze di fatto



Ufficio

Area 3 - Servizi alla persona

Stato civile

E-mail: demografici@comunebreda.it
Tel: +39 0422 600153
Fax: +39 0422 600302
PEC: protocollo.comune.bredadipiave.tv@pecveneto.it

Data ultima modifica: 23-02-2018
Approfondimenti
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto