Affissioni pubblicità

Descrizione del servizio
La pubblicità da esporre può essere di vari tipi.
Per ciascuna tipologia ci sono adempimenti relativi alle domande da presentare per installare i mezzi pubblicitari e adempimenti per il pagamento della relativa imposta sulla pubblicità e sulle pubbliche affissioni.
Vediamoli di seguito in dettaglio con i procedimenti da seguire.
1) Pubblicità temporanea tipo locandine, fogli ciclostilati, depliant, manifesti e altro materiale pubblicitario stampato: recarsi, con tutto il materiale da affiggere, presso il recapito della ditta concessionaria della pubblicità Cartoleria Piccole Gioie di Piccoli Samantha,   Via Mario del Monaco n. 39 - Breda di Piave -  telefono e fax 0422/90804 : l'imposta da versare viene determinata al momento;
2) Pubblicità temporanea effettuata con cartelli da affiggere lungo strade o su proprietà privata (tipo "vendesi" oppure a sandwich oppure di cantiere con immagini della costruzione e altro, oppure ancora che pubblicizzano un'attività o manifestazione) o striscioni (da affiggere lungo recinzioni o trasversalmente alla strada) o altri simili:
è necessario presentare attraverso lo sportello telematico SUAP apposita domanda in bollo (€ 16,00) all'Ufficio Polizia Locale indicando tutte le generalità del richiedente, il materiale pubblicitario di cui si chiede l'esposizione e il periodo di durata di quest'ultima e allegando:
  • bozzetto del materiale pubblicitario con indicate le dimensioni e i tipi di sostegno (palo, affissione a muri o recinzione, ecc.)
  • estratto di P.R.G. o carta tecnica regionale con indicato il punto esatto dell'installazione;
  • fotografia del sito dell'installazione. Il procedimento prevede il rilascio di un'apposita autorizzazione stradale temporanea, previo  pagamento dell'imposta sulla pubblicità. Inoltre, se il mezzo pubblicitario è visibile da una strada provinciale è necessario ottenere l'apposito nulla osta della Provincia di Treviso. La richiesta viene inoltrata direttamente dal richiedente se il sito di installazione è fuori dei centri abitati oppure d'ufficio dal comune negli altri casi.
3) Pubblicità fissa effettuata con cartelli da affiggere lungo strade o su proprietà privata (cartelli indicatori di ditte, insegne luminose e non, vetrofanie, targhe professionali, scritte pubblicitarie su pareti o muri, tabelloni luminosi con scritte scorrevoli, ecc.)
è necessario presentare attraverso lo sportello telematico SUAP apposita domanda in bollo (€ 16,00)  all'Ufficio Polizia Locale  indicando tutte le generalità del richiedente, il materiale pubblicitario di cui si chiede l'esposizione e il periodo di durata di quest'ultima e allegando:
  • bozzetto del materiale pubblicitario con indicate le dimensioni e i tipi di sostegno (palo, affissione a muri o recinzione, ecc.);
  • estratto di P.R.G. o carta tecnica regionale con indicato il punto esatto dell'installazione;
  • estratto catastale con indicato il mappale del terreno o dell'immobile su cui viene effettuata l'installazione;
  • fotografia del sito dell'installazione;
  • autodichiarazione del costruttore ed installatore a norma dell'art. 53 del Regolamento di Attuazione del Codice della Strada (con essa si deve attestare che il manufatto che si intende collocare è stato calcolato e realizzato e sarà posto in opera tenendo conto della natura del terreno e della spinta del vento, in modo da garantirne la stabilità). Il procedimento prevede il rilascio di un'apposita autorizzazione stradale valevole per tre anni e rinnovabile alla scadenza e il pagamento dell'imposta sulla pubblicità. Inoltre, se il mezzo pubblicitario è visibile da una strada provinciale è necessario ottenere l'apposito nulla osta della Provincia di Treviso. La richiesta deve essere inoltrata direttamente dal richiedente se il sito di installazione è fuori dei centri abitati oppure d'ufficio dal comune negli altri casi.
4) Pubblicità su veicoli o sonora: telefonare direttamente alla ditta concessionaria della pubblicità sottoriportata per i dettagli.
Il Comune ha adottato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 12 del 15/04/2013 il regolamento che disciplina l'installazione dei mezzi pubblicitari che da maggiori dettagli sulle caratteristiche dei mezzi pubblicitari, sulle regole da rispettare per il loro posizionamento e i dettagli delle richieste da presentare.

Dove andare
  • Per maggiori informazioni sulla domanda da presentare per installare i mezzi pubblicitari, i suoi allegati e altro relativamente alla pubblicità descritta ai punti 2) e 3) soprariportati rivolgersi all'Ufficio Polizia Locale: per conoscere gli orari di apertura al pubblico, i numeri telefonici, ecc. clicca qui
  • Pagare l'imposta per la pubblicità di cui al punto 1): rivolgersi direttamente alla  Cartoleria Piccole Gioie di Piccoli Samantha, Via Mario del Monaco n. 39 - Breda di Piave, telefono e fax 0422/90804, dal lunedì al sabato dalle ore 7.00 alle ore 12.30, dal lunedì al venerdì anche al pomeriggio dalle 15.30 alle 19.30; 
  • Pagare l'imposta per la pubblicità di cui ai punti 2) e 3): rivolgersi alla Cartoleria Piccole Gioie di Piccoli Samantha, Via Mario del Monaco n. 39, Breda di Piave, telefono e fax 0422/90804, orari dal lunedì al sabato dalle ore 7.00 alle ore 12.30, dal lunedì al venerdì anche al pomeriggio dalle 15.30 alle 19.30, o direttamente al concessionario:
    GE.S.A.P. S.R.L. con sede in Via E. Fermi n. 11 - 76016 Margherita di Savoia (BT).
  • Pagare l'imposta per la pubblicità di cui al punto 4): rivolgersi direttamente al concessionario:
    GE.S.A.P. S.R.L. con sede in Via E. Fermi n. 11 - 76016 MARGHERITA DI SAVOIA (BT) 

    MODALITA' DI PAGAMENTO ICP e AFFISSIONI  DAL 01/01/2018

    • - c/c postale n. 1040339390 intestato a “COMUNE DI BREDA DI PIAVE IMPOSTA PUBBL. E AFFISSIONI SERV. TES.” (IBAN: IT-56-R-07601-12000-001040339390)



    • - modello F24 con i seguenti codici tributo:
    • “3964” denominato “Imposta comunale sulla pubblicità/canone per l’installazione di mezzi pubblicitari (ICP DPA/CIMP)”;
    • “3965” denominato “Imposta comunale sulla pubblicità/canone per l’installazione di mezzi pubblicitari (ICP DPA/CIMP) - Interessi”;
    • “3966” denominato “Imposta comunale sulla pubblicità/canone per l’installazione di mezzi pubblicitari (ICP DPA/CIMP) - Sanzioni”.

    In sede di compilazione del modello di pagamento F24, tutti i suddetti codici tributo, sono esposti nella sezione “IMU e altri tributi locali”, esclusivamente in corrispondenza della colonna “importi a debito versati”, indicando:
    - nel campo “identificativo operazione”, l’eventuale codice comunicato dall’ente beneficiario;
    - nel campo “codice ente/codice comune”, il codice che identifica l’ente beneficiario, secondo quanto riportato nella tabella “T4 codici catastali dei comuni”;
    - nel campo “anno di riferimento”, l’anno cui si riferisce il versamento, nel formato “AAAA”;
    - in caso di pagamento rateale, nel campo “rateazione/mese rif.” è indicato il numero della rata nel formato “NNRR”, dove “NN” rappresenta il numero della rata in pagamento e “RR” il numero complessivo delle rate.

    In caso di pagamento in unica soluzione, tale campo è valorizzato con “0101”.
    Si rammenta che gli altri campi della sezione “IMU e altri tributi locali” non devono essere compilati.

Data ultima modifica: 24-02-2018
Approfondimenti
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto