Accesso agli atti di pratiche edilizie

Per l'accesso agli atti in oggetto è necessario scaricare e compilare il seguente modulo:
Richiesta accesso documentale

La suddetta domanda, correttamente compilata, può essere inoltrata in uno dei seguenti modi:
- via mail all'indirizzo tecnico@comunebreda.it oppure all'indirizzo protocollo@comunebreda.it
- via PEC all'indirizzo protocollo.comune.bredadipiave.tv@pecveneto.it
- a mano presso l'ufficio protocollo (sito al primo piano della sede municipale) durante gli orari di ricevimento al pubblico.

Si precisano alcune indicazioni operative nella compilazione delle richieste di accesso agli atti:
  • deve essere sempre specificato chiaramente l’oggetto della domanda indicando gli estremi catastali e l'indirizzo dell'immobile cui ci si riferisce nonché, ove possibile, gli estremi dei provvedimenti edilizi che lo concernono (licenze, autorizzazioni, permessi e agibilità sono solitamente indicati negli atti notarili di compravendita, donazione, divisione, ecc.); per gli immobili anteriori agli anni 90 è buona cosa indicare i vecchi proprietari o chi per loro che con ogni probabilità sono intestatari di pratiche edilizie concernenti l'immobile in questione;
  • indicare sempre nella richiesta un indirizzo mail e un numero di cellulare al fine di agevolare i contatti;
  • specificare sempre di quali documenti si ha necessità di avere copia (ad es. ultimo progetto autorizzato, autorizzazioni/concessioni/permessi, relazione L. 10-91, ecc.) al fine di agevolare le scansioni/copie dei documenti cartacei (gli atti digitalizzati sono disponibili solo per le pratiche edilizie degli ultimi 2-3 anni) contenuti nelle pratiche edilizie: si procederà infatti alla copia/scansione dei SOLI DOCUMENTI NECESSARI e non dell’intera pratica;
  • se la richiesta è compilata e firmata dall'avente titolo sull'immobile (in genere il proprietario o l'usufruttuario) e costui delega un incaricato (in genere un tecnico) alla visione/copia degli atti, dev'essere chiaramente compilata l'apposita sezione del modulo relativa alla delega e allegata la copia della carta d'identità sia del proprietario che del delegato;
  • nel caso in cui la richiesta sia invece compilata da un tecnico o altra persona delegata dall'avente titolo sull'immobile (in genere il proprietario o l'usufruttuario), sarà necessario allegare ad essa la delega scritta di quest'ultimo e, anche in questo caso, la copia della carta d'identità sia del proprietario che del delegato;
  • per le ricerche d’archivio è dovuta una somma a titolo di diritti di segreteria pari a:
    € 15,00 per pratiche edilizie post anno 2000 se la domanda è effettuata dall'avente titolo sull'immobile o suo delegato
    € 25,00 per pratiche edilizie ante anno 2000 se la domanda è effettuata dall'avente titolo sull'immobile o suo delegato
    Le suddette somme si raddoppiano se la domanda è presentata da persona non avente titolo sull'immobile e non in possesso di delega
    Il versamento delle suddette somme (indicare la causale “diritti per ricerca di archivio - accesso atti”) va effettuato nel seguente modo:
    - su C/C postale n° 11827318 intestato a “Comune di Breda di Piave – Servizio di Tesoreria”
      OPPURE
    - tramite bonifico bancario intestato al Tesoriere del Comune di Breda di Piave presso Intesa San Paolo S.p.A. - Filiale 45574 - Corso Garibaldi 22/26 - 35122 Padova - Codice IBAN: IT 63 R 03069 12117 100000046377
    Copia della quietanza di versamento va allegata alla domanda
  • è dovuta altresì una somma per ogni scansione/copia dei documenti contenuti nelle pratiche edilizie, pari a € 0,15 per ogni pagina formato A4 ed € 0,30 per ogni pagina formato A3, da quantificare al momento dell’accesso materiale agli atti; le tavole di progetto che non possono essere fotocopiate/scansionate in formato A4 o A3, vengono inviate in un'apposita copisteria che addebiterà i costi delle scansioni/copie direttamente al richiedente o suo delegato.

Si avvisano gli utenti che attualmente (gennaio 2021) i tempi per il soddisfacimento delle richieste di accesso agli atti di pratiche edilizie non sono inferiori ai 30 giorni.
Ciò a causa del grande numero di domande che continuano a pervenire sulla "spinta" del superbonus 110%.

Data ultima modifica: 13-01-2021
torna all'inizio del contenuto